A.M.A. Calabria

  • Decrease font size
  • Default font size
  • Increase font size
  • Italian
  • English
  • Franšais
  • German formal - Sie
Cultura della montagna head1
There are no translations available

Clair de lune

Emozioni di un viaggio tra finito ed infinito

 

Sebastiano Lo Monaco

Voce recitante

 

Yolanta Stanelyte

Soprano

 

Giuseppe Nese

Flauto

 

Gabriella Orlando

Pianoforte


PROGRAMMA

 

 

John RUTTER: dalla Suite Antique  Chanson

Tramontata è la luna (Saffo)  

Claude DEBUSSY:  Preludio    

Vincenzo BELLINI: Vaga luna 

Canto notturno di un pastore errante (Giacomo LEOPARDI)

Gabriel FAURE’:  Fantasia

Vincenzo BELLINI: Casta diva 

Astolfo sulla luna (Ludovico ARIOSTO)

Felix MENDELSSOHN BARTHOLDY: Allegro appassionato

Claude DEBUSSY: Clair de lune

 Sera fiesolana (Gabriele D’ANNUNZIO) 

Arturo BUZZI PECCIA:  Mal d’amore 

Isaac ALBENIZ:  Preludio 

Ballata alla luna (Federico GARCIA LORCA) 

Joaquin RODRIGO: En Aranjuez con tu amor

Potessero le mie mani sfogliare la luna (Federico GARCIA LORCA)

Cécile CHAMINADE: Concertino

…..C’era una volta la luna ed il suo re

(racconto inedito alla luna)


Diplomato all’Accademia Nazionale d’Arte Drammatica, Sebastiano Lo Monaco debutta nel 1979 ne La lupa di G. Verga per la regia di Enrico Maria Salerno. Un anno dopo è con Salvo Randone e Anna Miserocchi al Teatro Olimpico di Vicenza, tra gli interpreti dell’Edipo Re di Sofocle. Nella stagione 1980/1981 comincia il suo rapporto con il teatro stabile di Torino che va avanti per quattro stagioni durante le quali è protagonista accanto ad Adriana Asti, di Come tu mi vuoi di Luigi Pirandello, per la regia di un regista non convenzionale come la scrittrice Susan Sontag. Con Annamaria Guarneri ed Adolfo Celi è, poi, co-protagonista dello shakespiriano Antonio e Cleopatra, per la regia di Mario Missiroli, che lo vuole in seguito nel suo Malato immaginario fra i protagonisti. Nel 1986/1987 torna a lavorare con Adriana Asti come co-protagonista ne La locandiera di Carlo Goldoni, nel ruolo del Conte D’Albafiorita, per la regia di Giuseppe Patroni Griffi. Nella stagione 1988/89 fonda l’associazione SICILIATEATRO; mette in scena il lavoro teatrale del poeta Mario Luzi Hystrio, con la partecipazione di Paola Borboni, con la quale inizia un sodalizio artistico durato alcuni anni, e con cui recita nel Tartufo di Moliére, per la regia di Roberto Guicciardini (stagione 1990/1991/1992).

Nelle stagioni 1992/1993 e 1993/1994 è protagonista del Berretto a sonagli di Luigi Pirandello, per la regia di Mauro Bolognini, che nella stagione successiva (1994/1995) lo dirige nel Così è se vi pare, del drammaturgo siciliano. Nella stagione 1994/1995 comincia la collaborazione artistica col drammaturgo e regista Giuseppe Patroni Griffi, che continua tuttora, e che ha visto Lo Monaco protagonista di spettacoli come Questa sera si recita a soggetto, Sei personaggi in cerca d’autore, di Luigi Pirandello del Cyrano de Bergerac, di Edmond Rostand, che dopo aver debuttato al Festival della Versiliana è rimasto in tournée per due stagioni. Dal 2000 è iniziata la tournée, per il Teatro di Messina, dell’Enrico IV di Pirandello; dal 2003 è in tournée con Uno sguardo dal ponte di Arthur Miller. Dal mese di maggio 2000 al marzo 2004 e’ stato Direttore artistico, per il settore prosa, del Teatro "Vittorio Emanuele" di Messina. Al Teatro Greco di Siracusa ha recitato in Baccanti (1980), regia di G. Sbragia; Le Supplici (1982), regia di O. Kreica; Le Nuvole (1988), regia di G.Sammartano; Agamennone (1994) regia di De Simone.  Nel 2004 ha recitato nell’Edipo Re nel ruolo di Edipo, regia di Roberto Guicciardini.

Gabriella Orlando si è diplomata col massimo dei voti in Pianoforte, Composizione, Strumentazione per banda, Musica corale e direzione di coro presso i Conservatori “U. Giordano” di Foggia, “S. Cecilia” di Roma, “N. Piccinni” di Bari, allieva dei maestri Hector Pell, Sergio Cafaro, Teresa Procaccini, Arturo Sacchetti. Contemporaneamente agli studi universitari (“con lode” in Discipline Musicali), ha frequentato l’Accademia Chigiana di Siena, l‘Accademia Nazionale “S. Cecilia” di Roma, la Scuola Civica di Milano, l’Accademia Pescarese ottenendo diplomi di merito. Vincitrice di numerosi concorsi pianistici nazionale ed internazionali (Caserta, Roma, Velletri, Imperia, Genova, Lyon ed altri) svolge una intensa carriera concertistica in Italia (oltre 500 concerti per importanti società concertistiche : Roma-Auditorium Banca d’Italia, Sagrestia del Borromini, Milano- Sala Barozzi, Teatro delle Erbe, Bologna- Accademia Filarmonica, Torino- Circolo della stampa, Perugia- Sala dei Notari, Università degli stranieri, Venezia- Palazzo Mocenigo, Bari- Fondazione Piccinni, Lecce- Politeama Greco, Napoli- Teatro Diana, Stresa- Ass. Dino Ciani, Brescia- Amici della Musica, Faenza- Emilia Romagna Festival ed ancora a Firenze Sassari, Cagliari, Messina, Genova ecc.) ed all’estero (Spagna- Madrid, Malaga, Bilbao, Linares, Girona;  Belgio- Hasselt, Beringen; Austria- Innsbruck, Vienna, Francia- Parigi, Lyon,  Germania- Monaco di Baviera, Rep. Ceca- Praga,) come solista ed in formazioni cameristiche. Si è esibita con il complesso ”I solisti Aquilani”, i “Virtuosi di Praga” il “Sebastian String Quartett” dell’Accademia Musicale di Zagabria, il “Quatuor Terpicordes” di Ginevra e per “l’Orchestra Fiorentina di Firenze” .

Ha ideato e curato lo spettacolo “Concierto de alma” ( per la voce di Michele Placido, con il quale dal 2004 tiene applaudite tournee in Italia - Roma, Parma, Napoli, Monfalcone, Perugia, Rapallo, la Spezia, Potenza, Bari, Salerno ecc.) ed il concerto-poetico “ Van gli effluvi delle rose” con Ugo Pagliai e Paola Gassman. Attiva come compositrice, l’attuale catalogo comprende circa sessanta lavori per diversi organici nonchè opere teoriche e didattiche è stata Direttore del Coro Polifonico Gaudium di San Severo con cui ha tenuto importanti concerti ( Basilica di S. Pietro in Roma, Sala Paolo VI in Vaticano, Basilica di S. Francesco in Assisi, Basilica Antoniana di Padova, Basilica di Loreto). Vincitrice del Concorso Nazionale per esami nel 1990 è docente di ruolo presso il Conservatorio di Musica “U. Giordano” di Foggia. Ha inciso per la Epidauro Classic.

 

 

“Una voce che entra nell’anima” – Mstislav Rostropovich -  così il maestro si è espresso dopo aver ascoltato la voce di Jolanta Stanelyte. Vincitrice di vari concorsi internazionali tra cui ricordiamo il “Min On” in Tokio, il “The Howard and Geraldine Polinger Foundation Prize” (Special Award) in Washington e in Italia vincitrice dei concorsi “Flaviano Labò” di Piacenza, “Voci nuove per la Lirica” di Pavia, ”Cascina Lirica 1993” di Pisa, Concorso Internazionale “Vincenzo Bellini” di Caltanisetta, nel 2003 riceve a Salisburgo il premio “Falstaff” per l’interpretazione di Opere verdiane. 

Interprete in Francia, Svizzera, Gran Bretagna, Spagna, Giappone, Stati Uniti, Russia, Polonia, Lituania, Lettonia, nei ruoli principali di opere quali: Tosca, Manon Lescau, Trovatore, Ballo in Maschera, Attila, Cavalleria Rusticana, Turandot, Madama Butterfly, Jolanda di TchaiKovsky; in Italia ha cantato insieme ad artisti come L. Nucci, K. Johansson, G. Cecchele, N. Martinucci, L. Maragliano, A. Maestri in produzioni concertistiche e operistiche nell’ambito del Festival Pucciniano di Torre del Lago, del Festival dei Due Mondi di Spoleto, dell’Arena di Verona e delle “celebrazioni Verdiane”. Nel 2000 ha impersonato Teresa Stolz in un film musicale di Kriss Russman con Riccardo Chailly sulla vita segreta di Giuseppe Verdi, prodotto da MBC, ZDF/ARTE, BBC britannica. E’ stata invitata ad importanti trasmissioni sulla lirica prodotte dalla RAI e da Mediaset e frequentemente viene invitata nelle commissioni giudicatrici di concorsi lirici internazionali. Diplomata in violoncello, composizione, pianoforte e canto presso l’Accademia di Musica in Vilnius (Lituania), successivamente si trasferisce in Italia per perfezionare la conoscenza dell’opera e della vocalità italiana alla scuola di celebri cantanti: Renata Scotto, Maria Luisa Cioni, Luisa Maragliano, Carlo Bergonzi. Nel 2002, ha l’opportunità di conoscere il Maestro Mstislav Rostropovich e Galina Vishneskaya e seguire i loro preziosi insegnamenti a Londra e Parigi.

 

 

 

Considerato uno dei flautisti italiani più interessanti della nuova generazione Giuseppe Nese è nato ad Essen (Germania), ha compiuto gli studi musicali in Italia diplomandosi con il massimo dei voti sotto la guida di E. Silvestri. Trasferitosi in Svizzera si è perfezionato presso il Conservatorio di Winterthur sotto la guida del M° Conrad Klemm conseguendo il "Konzert-diplom". Laureato in “Discipline Musicali” con 110 e lode presso l’IMP di Teramo con la tesi “Metacognizione e coscienza corporale nella didattica del flauto”. 

Ha seguito le Masterklass di A. Blau, M. Larrieu, K. Pasveer, K. Stockhausen. 

Oltre a numerosi recital in Italia ed all’estero (Oman, Romania, Etiopia, Russia, Svizzera, Austria, Germania, Spagna, etc.) ha effettuato registrazioni radiotelevisive per la RAI, la Radiotelevisione Rumena, Rai International, la Radio televisione Etiopica, la radio di stato Russa. Ha eseguito gran parte del repertorio solistico con orchestra; si è prodotto nell’ambito dei Festival ROMAEUROPA e del Festival di Saratov (Russia) con la Filarmonica di Stato, del Festival Internazionale di Musica da Camera di Brasov (Romania), del Festival Internazionale di Sitges (Spagna) con l’Orchestra Filarmonica di Barcellona, del Festival da Camera dell’Adriatico con l’orchestra del festival, con “Orchestra “U. Giordano” di Foggia, con I Solisti di Sofia, con “I solisti Aquilani”. Ha eseguito importanti composizioni alla presenza degli autori quali Goffredo Petrassi che ne ha lodato la “... padronanza tecnica e l’efficacia esecutiva...”, Hanz Werner Henze, G. Manzoni, etc. Vanta prestigiose collaborazioni come quella con i flautisti A. Persichilli e D. Milozzi, il chitarrista P. Garzia, i pianisti A. Katz, A. Soler e P. Camicia, il fagottista S. Romani, l’oboista G. Pardelli, il batterista E. Fioravanti, il gruppo “I FIATI di Roma”, il Trio Haydn, Il Trio Italiano Barocco, Quartetto Ensemble, Nuovo Trio Weber, etc. E’ stato membro di giurie nazionali e internazionali per i concorsi di Syrinx giovani di Roma, Vieste, V. Scaramazza di Crotone, etc. La sua ricerca è rivolta inoltre alla didattica del flauto che dal 1990 lo porta ad essere regolarmente invitato a tenere corsi musicali estivi da numerose istituzioni musicali in Italia ed all’estero (Conservatorio di Novara, Conservatorio di Saratov (Russia), Conservatorio Superiore di Cadiz (Spagna), Escola de Traball Artistic y corporal di Barcellona, Crotone-Musica, Bassiano Festival, Festival dell’Adriatico, etc.). Ha collaborato in qualità di assistente con Conrad Klemm e Angelo Persichilli a corsi di perfezionamento internazionali. Incide per la Videoradio distribuzione FONOLA dischi.

 

 

 

 

 
con il contributo ed il patrocinio di
Patrocinio - Unione Europea.jpgPatrocinio - MiBAC.jpg patrocinio - regione calabria.jpg